Archivi tag: Tecniche di comunicazione politica

Perché Obama non cita più Trump nei suoi discorsi

Negli ultimi tempi Barack Obama non cita più Donald Trump nei suoi discorsi in pubblico. Anziché pronunciare il suo nome, se la prende genericamente con il “Governo federale”.

Qual è la motivazione? Perché certe volte i politici smettono di citare i loro avversari nei propri discorsi?

Per non alimentare continuamente negli ascoltatori l’immagine mentale dell’avversario. Se dico il nome di Trump lo evoco direttamente, e il mio ascoltatore ne immagina la faccia. Dandogli più notorietà ogni volta che lo nomino.

Un tentativo che aveva fatto, a modo suo, anche Walter Veltroni nel 2008. Continua a leggere →

Pubblicato in Ultimi aggiornamenti | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , |

Il linguaggio e la leadership di Giuseppe Conte

Gli ultimi sondaggi gli danno il 63% di gradimento, eppure la sua coalizione, se si votasse oggi, supererebbe di poco il 40%. La sua comunicazione a tratti è inefficace, fa uso frequente di metafore di difficile decodifica (tra “cabine di regia”, “favore delle tenebre” e “stati generali”), e usa molte negazioni, evocando scenari opposti a quelli che vorrebbe comunicare (“non aumenteremo le tasse”, “non mi sento accerchiato”, “non sono alla ricerca di altre maggioranze”).

Insomma, Giuseppe Conte è l’esempio che il linguaggio conta, ma fino a un certo punto. È la dimostrazione che comunicare attraverso le parole è solo una parte della dinamica del consenso. Continua a leggere →

Pubblicato in Ultimi aggiornamenti | Contrassegnato , , , , , , , , , , |

Parlare in pubblico: come comunica Giorgia Meloni

Giorgia Meloni. Foto tratta da Wikipedia

La settimana scorsa, il 19 ottobre, si è svolta a Roma in Piazza San Giovanni la manifestazione della Lega, a cui hanno partecipato i leader del centrodestra, tra cui Giorgia Meloni, leader di Fratelli d’Italia.

Diversi quotidiani hanno sottolineato un passaggio del suo discorso, relativo alla proposta di limitare per legge l’utilizzo del contante:

«Adesso hanno messo il tetto al contante, e dobbiamo pagare col bancomat. Fra un po’ andremo al bancomat a prelevare i nostri soldi, e il bancomat ci chiederà: “Perché vuoi 100 Euro, che ci devi fare?”. Ma fatti gli affari tuoi “che ci devo fare”, sono soldi miei, guardone!»

Continua a leggere →

Pubblicato in Ultimi aggiornamenti | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , |

Confronto Renzi-Salvini in tv: c’è un vincitore?


Si è da poco concluso il confronto fra Matteo Renzi e Matteo Salvini a Porta a porta su Rai Uno. In questi casi è sempre difficile definire nettamente chi dei due contendenti abbia vinto, perché la vittoria, quando si parla di confronti politici, è negli occhi di guarda e non è misurabile oggettivamente. Ci sono però dei parametri più “oggettivi” che riguardano le tecniche di comunicazione e di media training che hanno utilizzato Renzi e Salvini: cerchiamo di vederle insieme.

Gli elenchi di Matteo Salvini e gli indicatori paraverbali nella comunicazione di Matteo Renzi

Cominciamo con Matteo Salvini e la strategia degli elenchi. Salvini utilizza più volte gli elenchi: l’elenco dei “no” dei Cinque Stelle, l’elenco delle professioni che vuole tutelare, l’elenco degli stati in cui si è recato, e così via. Continua a leggere →

Pubblicato in Ultimi aggiornamenti | Contrassegnato , , , , , , , , , , |

Luigi Di Maio e il sopralluogo sull’Air Force Renzi

Luigi di Maio qualche giorno fa ha pubblicato sulla sua pagina Facebook la diretta del sopralluogo che ha fatto assieme al ministro Danilo Toninelli a bordo del cosiddetto “Air Force Renzi”.

In questa puntata svolgo alcune considerazioni tecniche sul linguaggio che Di Maio ha utilizzato durante il suo video.

© Parlarealmicrofono.it – Tutti i diritti riservati, vietata la riproduzione.

P.S.: iscriviti al mio canale YouTube e ricevi periodicamente video come questo per imparare a parlare in pubblico in modo professionale.

Pubblicato in Ultimi aggiornamenti | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , |