-

Il “campo di distorsione della realtà” nel public speaking

Comunicazione in pubblicoLa definizione “campo di distorsione della realtà” (come riferisce Wikipedia) è stata coniata da Bud Tribble per descrivere nel 1981 come il carisma di Steve Jobs influenzasse i suoi collaboratori impegnati allora nel progetto Apple Macintosh.

Negli anni a venire con la stessa frase (dall’inglese RDF – Reality Distortion Field) si descriveva la percezione che Steve Jobs lasciava nelle persone al termine dei suoi discorsi pronunciati in occasione di manifestazioni e presentazioni (i famosi Stevenote).

Coinvolgimento emotivo

Steve Jobs era bravo a circondarsi di persone capaci, ma soprattutto (chi gli stava vicino racconta) sapeva convincere chiunque della possibilità di raggiungere risultati ritenuti impossibili. Lo faceva ignorando la realtà e le difficoltà e, creando un coinvolgimento emotivo, faceva sentire le persone parte di qualcosa di grande in modo che fossero pienamente coinvolte.

Ci vogliono sicuramente buone idee ma bisogna prima avere una visione per poter raggiungere un obbiettivo. Il “campo di distorsione della realtà” modifica la percezione di ciò che è possibile, spingendola più in là. Ma soprattutto, facendo sentire le persone importanti e pienamente coinvolte, le spinge a dare il massimo, superandosi ogni volta. Così le gratificazioni non sono solo economiche ma toccano un livello più personale.

Prodotti straordinari

Con il “campo di distorsione della realtà” Steve Jobs ha saputo coinvolgere persone di talento fornendo loro una visione e spingendole a creare prodotti straordinari che sono diventati punti di riferimento. È così che da Cupertino sono usciti prodotti come iPhone, iPad e MacBook.

Magnificare il prodotto: le ricadute sul mondo del public speaking

I prodotti Apple spesso sono stati descritti con aggettivi entusiastici durante i Keynote di presentazione dei nuovi device. In particolare, un video su YouTube sintetizza l’utilizzo di questo tipo di aggettivi in occasione della presentazione del primo iPad della storia.

© Parlarealmicrofono.it – Tutti i diritti riservati, vietata la riproduzione anche parziale

The following two tabs change content below.

Dott. Patrick Facciolo

Mi occupo di formazione e coaching sui temi del Public Speaking e della comunicazione efficace. Svolgo attività di divulgazione su queste tematiche attraverso il mio blog, Parlarealmicrofono.it, e realizzo corsi di comunicazione per aziende e professionisti in tutta Italia e in modalità online. Oltre a essere un giornalista, sono iscritto all'Ordine degli Psicologi della Lombardia in qualità di Dottore in tecniche psicologiche per i contesti sociali, organizzativi e del lavoro. Ho pubblicato sei libri, i più importanti dei quali sono "Crea immagini con le parole" (2013) e "Parlare in pubblico con la mindfulness" (2019), disponibili su Amazon.


Info su Dott. Patrick Facciolo

Mi occupo di formazione e coaching sui temi del Public Speaking e della comunicazione efficace. Svolgo attività di divulgazione su queste tematiche attraverso il mio blog, Parlarealmicrofono.it, e realizzo corsi di comunicazione per aziende e professionisti in tutta Italia e in modalità online. Oltre a essere un giornalista, sono iscritto all'Ordine degli Psicologi della Lombardia in qualità di Dottore in tecniche psicologiche per i contesti sociali, organizzativi e del lavoro. Ho pubblicato sei libri, i più importanti dei quali sono "Crea immagini con le parole" (2013) e "Parlare in pubblico con la mindfulness" (2019), disponibili su Amazon.
Questa voce è stata pubblicata in Ultimi aggiornamenti e contrassegnata con , , , , .

I commenti sono chiusi.

Libri Parlare in pubblico

Se sei interessato ai temi del Public Speaking e della comunicazione sui media, ho da poco pubblicato la raccolta di tutti i miei libri. Si intitola "Enciclopedia del Public Speaking", ed è disponibile su Amazon.

Quali parole scegliere quando dobbiamo parlare in pubblico? Come favorire l'attenzione di chi ci ascolta? Come esprimere i nostri contenuti in maniera efficace? Come relazionarci meglio con lo stress che proviamo sul palco? Sono solo alcune domande a cui cerco di rispondere in maniera esaustiva in oltre 450 pagine.

"Enciclopedia del Public Speaking" è la raccolta dei miei primi cinque libri: "Crea immagini con le parole" (2013), "Il pubblico non è una mucca da contenuti" (2014), "Appunti di dizione" (2016), "Parlare al microfono" (2017) e "Parlare in pubblico con la mindfulness" (2019).

Enciclopedia del Public Speaking è disponibile su Amazon.