Archivi tag: Public Speaking Politico

Dibattito finale Trump – Biden: analisi della comunicazione

Poche ore fa si è concluso negli Stati Uniti il secondo dibattito televisivo tra Donald Trump e Joe Biden, in vista delle elezioni presidenziali del prossimo 3 novembre.

In questo video analizzo linguaggio verbale, paraverbale e non verbale nel Public Speaking dei due contendenti, proponendo un voto finale alla performance di entrambi i candidati.

© Patrick Facciolo – Tutti i diritti riservati, vietata la riproduzione.

Pubblicato in Ultimi aggiornamenti | Contrassegnato , , , , , , , , , |

Confronto Kamala Harris – Mike Pence: analisi del Public Speaking

Chi ha comunicato più efficacmente durante il confronto televisivo di questa notte tra Kamala Harris e Mike Pence, candidati alla vicepresidenza degli Stati Uniti?

Nel parlo nel mio video.

© Parlarealmicrofono.it – Tutti i diritti riservati, vietata la riproduzione.

Pubblicato in Ultimi aggiornamenti | Contrassegnato , , , , , , , , |

Il discorso di Giuseppe Conte e il governo che “non lavora col favore delle tenebre”

“Questo governo non lavora col favore delle tenebre”. Molti giornali stanno parlando di questa frase pronunciata da Giuseppe Conte durante la conferenza stampa di ieri sera. Ed è una frase che secondo me ha un problema: è difficile da capire.

Leggiamo l’intero passaggio del suo intervento:

“Questo governo non lavora col favore delle tenebre, questo governo guarda in faccia gli italiani e parla con chiarezza. Se ha qualche proposta da portare, la porta chiaramente guardando negli occhi gli italiani.”

Come possiamo facilmente notare, si tratta di due distinte metafore in due frasi ravvicinate. La prima riguarda “il favore delle tenebre”, la seconda il “guardare negli occhi gli italiani”.

Facciamo attenzione alle parole: un governo non può “guardare in faccia” gli italiani, semplicemente perché un governo (che è un’entità astratta) non può compiere l’azione di “guardare in faccia”. Semmai sono i singoli ministri, le persone che fanno parte del governo a parlare agli italiani, non a “guardarle in faccia”. I ministri possono parlare davanti a una telecamera, fare conferenze stampa, ma nella realtà non possono “guardare in faccia gli italiani”. Possono farlo figurativamente appunto, ma non nella realtà.

Sembra una sfumatura linguistica, ma per l’ascoltatore il passaggio “il governo guarda in faccia gli italiani”, può risultare irrealistica, perché contiene elementi che non fanno parte della realtà che per davvero lo circonda. Continua a leggere →

Pubblicato in Ultimi aggiornamenti | Contrassegnato , , , , , |

Analisi del confronto TV tra i candidati alle primarie PD

Durante il confronto televisivo che si è svolto ieri su Sky TG24 tra i candidati alla segreteria del Partito Democratico (Roberto Giachetti, Maurizio Martina e Nicola Zingaretti) si è parlato di “vocazione maggioritaria” del PD.

Ma siamo certi che tutti siano al corrente di cosa significhi “vocazione maggioritaria”? Ancora una volta: quanto è importante glossare (spiegare) i termini che utilizziamo per fare in modo che tutti capiscano quello che stiamo dicendo?

Ne parlo nella puntata di oggi.

© Parlarealmicrofono.it – Tutti i diritti riservati, vietata la riproduzione.

Pubblicato in Ultimi aggiornamenti | Contrassegnato , , , , , |

La differenza tra comunicazione efficace e comunicazione persuasiva

Nel video di oggi vi racconto la differenza tra comunicazione efficace e comunicazione persuasiva: la prima definizione ci arriva dal verbo latino “efficere”, che significa “produrre un effetto”, la seconda dal verbo latino “suadere” che significa “indurre a fare”, “far fare” qualcosa.

Già da queste semplici traduzioni possiamo individuare una differenza tra questi due approcci alla comunicazione: nel caso della comunicazione efficace torniamo al significato originario di cui abbiamo parlato tante volte di “mettere in comune” dei contenuti. Quando parliamo di comunicazione efficace, parliamo quindi di creare le condizioni ottimali perché un messaggio venga ricevuto “efficacemente”, appunto, dal nostro pubblico.

Quando parliamo di comunicazione persuasiva, parliamo invece di una comunicazione finalizzata a “far fare” qualcosa al nostro pubblico.

In questa puntata faccio notare le implicazioni che ha questa distinzione, per fare un esempio, sulla comunicazione politica, e sottolineo l’importanza di averne maggiore consapevolezza.

© Parlarealmicrofono.it – Tutti i diritti riservati, vietata la riproduzione.

Pubblicato in Ultimi aggiornamenti | Contrassegnato , , , , , , , , , |