Il mio blog: le tecniche per parlare in pubblico

I politici italiani sanno regolare le loro emozioni?

La regolazione emotiva è un processo importante in comunicazione politica. Analizziamolo meglio in questo post.

 

Giuseppe Conte che strepita in aula contro la premier mandando in saturazione il microfono.

Giorgia Meloni che procrastina per due volte la conferenza stampa di fine anno (ufficialmente per motivi di salute). E che nel corso dell’anno non affronta per più volte le domande dei giornalisti.

La stessa Meloni che spesso nei suoi discorsi alle Camere perde la pazienza e inveisce contro le opposizioni. Con tono e volume di voce esacerbati. 

Elly Schlein che se le poni una domanda chiusa (che prevede un “sì” o un “no”), reagisce subito allo stimolo della domanda. Senza prendersi il tempo per valutare se gli effetti di una risposta immediata possano danneggiarla o favorirla.

Il ministro Crosetto che risponde con parolacce ai commenti dei sui follower su X.

E la lista potrebbe andare avanti a lungo.

In tutto questo mi chiedo: i nostri politici hanno sviluppato una buona capacità di regolare le proprie emozioni in condizioni di stress?

Per regolazione emotiva, in psicologia, si intende quel processo attraverso il quale le persone riescono ad avere consapevolezza delle proprie emozioni, riuscendo a modularne la loro espressione.

Questo processo include la capacità mantenere, per quanto possibile, la calma in situazioni stressanti. Per un politico si tratta di una qualità essenziale per mantenere relazioni interpersonali sane. E per non spaventare gli elettori, comunicando in modo più assertivo.

Gli strumenti che offre la psicologia per migliorare queste competenze sono molti. Dalla mindfulness (pratiche per favorire la consapevolezza di ciò che accade nel momento in cui accade), al training autogeno, al biofeedback, alle visualizzazioni guidate.

Ebbene, a giudicare da quello che vediamo ogni giorno sui nostri schermi, siamo certi che i nostri politici abbiano maturato queste competenze? O che siano sufficientemente sviluppate?

Si tratta di un aspetto importante. Perché noi cittadini guardiamo alla comunicazione dei politici come a un esempio. E tendiamo a replicare i loro comportamenti pubblici per un processo imitativo noto in psicologia e nelle scienze sociali (teoria dell’apprendimento sociale e altre).

Sintetizzando: se comunicano male loro, impariamo a comunicare male noi.

 

© Patrick Facciolo – Riservato ogni diritto e utilizzo. Vietata la riproduzione anche parziale.



Corso online di Public Speaking con Patrick Facciolo


6 LEZIONI A DISTANZA DAL VIVO · LIBRO IN OMAGGIO · ATTESTATO DI PARTECIPAZIONE

Clicca qui per saperne di più



The following two tabs change content below.

Dott. Patrick Facciolo

Mi occupo di Public Speaking perché per me è importante che le persone si sentano ascoltate. Realizzo corsi individuali, aziendali e di gruppo, in presenza in tutta Italia e online attraverso Zoom. Diplomato al liceo classico, laureato in Scienze e tecniche psicologiche, in Filosofia e in Scienze politiche, master universitario di primo livello in Counseling relazionale nei contesti scolastici, educativi e socio-sanitari, sono iscritto all’Ordine degli Psicologi della Lombardia in qualità di Dottore in tecniche psicologiche per i contesti sociali, organizzativi e del lavoro. Da oltre quindici anni sono iscritto all’Ordine dei Giornalisti. Non amo la definizione di esperto di comunicazione e di esperto di Public Speaking, perché è una conquista da dimostrare sul campo, con le proprie competenze e i propri titoli. Apprezzo che mi venga detto, non lo sentirete dire da me. In questi anni ho pubblicato 9 libri, i più importanti dei quali sono “Crea immagini con le parole” (2013), “Parlare in pubblico con la mindfulness” (2019), e "Contro le metafore" (2022), disponibili su Amazon.
Tag: , , , , , , , , ,


Libri Parlare in pubblico

Se sei interessato ai temi del Public Speaking e della comunicazione sui media, ho da poco pubblicato la raccolta di tutti i miei libri. Si intitola "Enciclopedia del Public Speaking", ed è disponibile su Amazon.

Quali parole scegliere quando dobbiamo parlare in pubblico? Come favorire l'attenzione di chi ci ascolta? Come esprimere i nostri contenuti in maniera efficace? Come relazionarci meglio con lo stress che proviamo sul palco? Sono solo alcune domande a cui cerco di rispondere in maniera esaustiva in oltre 450 pagine.

"Enciclopedia del Public Speaking" è la raccolta dei miei primi cinque libri: "Crea immagini con le parole" (2013), "Il pubblico non è una mucca da contenuti" (2014), "Appunti di dizione" (2016), "Parlare al microfono" (2017) e "Parlare in pubblico con la mindfulness" (2019).

Enciclopedia del Public Speaking è disponibile su Amazon.





Copyright © Patrick Facciolo. Riservato ogni diritto e utilizzo. Monitoriamo costantemente la rete: il nostro team di legali interviene ogniqualvolta venga a conoscenza di copie e utilizzi non autorizzati dei contenuti.