Il mio blog: le tecniche per parlare in pubblico

Il linguaggio del corpo di Giorgia Meloni con i leader del G7

Giorgia Meloni alla prova dei leader del G7: cosa ci comunica il suo linguaggio del corpo, alla luce delle teorie di psicologia del linguaggio non verbale?

Il sorriso Duchenne con Ursula Von Der Leyen

Con la Presidente della Commissione Europea Ursula Von Der Leyen, Giorgia Meloni mostra un sorriso cosiddetto “Duchenne. Si tratta di un sorriso spontaneo, caratterizzato dagli angoli della bocca sollevati. E che coinvolge i muscoli orbicolari degli occhi.

 

I gesti deittici e aptici con il premier inglese Rishi Sunak

Se infatti copriamo le labbra, ci accorgiamo che il sorriso resta chiaramente individuabile anche soltanto dagli occhi. Con il primo ministro del regno unito Rishi Sunak Giorgia Meloni è così in confidenza da fare un gesto deittico con entrambe le mani nei suoi confronti prima ancora di salutarlo.

 

Anche a Sunak riserva un bacio e un gesto aptico simmetrico di confidenza sulle braccia.

 

Il sorriso sociale “Panam” con Olaf Scholz

Col cancelliere tedesco Olaf Scholz Meloni è chiaramente meno in confidenza. C’è una semplice stretta di mano, tuttavia la cessione della mano è completa, a differenza di quanto accadrà pochi secondi dopo con Macron.

 

Il sorriso non è autentico. Si tratta di un sorriso Panam, un sorriso cioè sociale, di circostanza (espresso solo con le labbra, peraltro serrate). Se copriamo infatti le labbra, il sorriso di circostanza scompare.

 

Il gelo con Emmanuel Macron

E arriviamo al capitolo Macron: a differenza di tutti gli altri leader, qui Meloni cessa qualsiasi manifestazione di sorriso all’arrivo del presidente francese. Le labbra sono serrate, quasi a indicare un contenuto verbale trattenuto.

 

Al momento del saluto, Meloni mostra nuovamente un sorriso sociale, di circostanza. Se infatti copriamo le labbra (che peraltro sono serrate) ci accorgiamo che non c’è più un sorriso, ma uno sguardo sfidante.

 

Subito dopo il baciamano, sembra sia Meloni a cercare di sottrarre la mano. È evidente in questo fotogramma, in cui è Macron a cercare di trattenere la mano di Meloni, mentre lei tende a sottrarsi:

 

Subito dopo, Meloni abbandona immediatamente il contatto visivo con Macron per guardare altrove. Cosa che non è accaduta con nessun altro leader. È a questo punto che Macron tenta di compiere un leggero gesto aptico di confidenza dietro la spalla di Meloni. Gesto che tuttavia non la trova affatto cooperativa (fotogramma). Totalmente assente il bacio, riservato invece a quasi tutti gli altri leader.

Per concludere

Il linguaggio del corpo di Giorgia Meloni fa propendere per una sincera intenzione di accoglienza per molti leader presenti al g7. Tuttavia, la sua comunicazione non verbale (in particolare la prossemica, i sorrisi Duchenne mancati e i gesti aptici) dimostrano marcatamente una maggior distanza con Emmanuel Macron e con il cancelliere tedesco Olaf Scholz.

 

© Patrick Facciolo – Riservato ogni diritto e utilizzo. Vietata la riproduzione anche parziale.



Corso online di Public Speaking con Patrick Facciolo


7 LEZIONI A DISTANZA DAL VIVO · LIBRO IN OMAGGIO · ATTESTATO DI PARTECIPAZIONE

Clicca qui per saperne di più



The following two tabs change content below.

Dott. Patrick Facciolo

Mi occupo di Public Speaking perché per me è importante che le persone si sentano ascoltate. Realizzo corsi individuali, aziendali e di gruppo, in presenza in tutta Italia e online attraverso Zoom. Diplomato al liceo classico, laureato in Scienze e tecniche psicologiche, in Filosofia e in Scienze politiche, master universitario di primo livello in Counseling relazionale nei contesti scolastici, educativi e socio-sanitari, sono iscritto all’Ordine degli Psicologi della Lombardia in qualità di Dottore in tecniche psicologiche per i contesti sociali, organizzativi e del lavoro. Da oltre quindici anni sono iscritto all’Ordine dei Giornalisti. Non amo la definizione di esperto di comunicazione e di esperto di Public Speaking, perché è una conquista da dimostrare sul campo, con le proprie competenze e i propri titoli. Apprezzo che mi venga detto, non lo sentirete dire da me. In questi anni ho pubblicato 9 libri, i più importanti dei quali sono “Crea immagini con le parole” (2013), “Parlare in pubblico con la mindfulness” (2019), e "Contro le metafore" (2022), disponibili su Amazon.
Tag: , , , , , , , , , , , , , , ,


Libri Parlare in pubblico

Se sei interessato ai temi del Public Speaking e della comunicazione sui media, ho da poco pubblicato la raccolta di tutti i miei libri. Si intitola "Enciclopedia del Public Speaking", ed è disponibile su Amazon.

Quali parole scegliere quando dobbiamo parlare in pubblico? Come favorire l'attenzione di chi ci ascolta? Come esprimere i nostri contenuti in maniera efficace? Come relazionarci meglio con lo stress che proviamo sul palco? Sono solo alcune domande a cui cerco di rispondere in maniera esaustiva in oltre 450 pagine.

"Enciclopedia del Public Speaking" è la raccolta dei miei primi cinque libri: "Crea immagini con le parole" (2013), "Il pubblico non è una mucca da contenuti" (2014), "Appunti di dizione" (2016), "Parlare al microfono" (2017) e "Parlare in pubblico con la mindfulness" (2019).

Enciclopedia del Public Speaking è disponibile su Amazon.





Copyright © Patrick Facciolo. Riservato ogni diritto e utilizzo. Monitoriamo costantemente la rete: il nostro team di legali interviene ogniqualvolta venga a conoscenza di copie e utilizzi non autorizzati dei contenuti.