Presentation design: il metodo TED per preparare slide di successo

img974.jpgOltre ai diversi metodi per realizzare una slide che ti abbiamo raccontato nei post precedenti, oggi vogliamo proportene un altro. Se sei alla ricerca di idee per la tua presentazione, devi conoscere TED.

Su YouTube è disponibile un video descrittivo di TED e TEDx

Che cos’è TED

TED è un’organizzazione no-profit il cui scopo è definito nel claim: Ideas Worth Spreading, cioè “Idee che vale la pena diffondere”. Nata nel 1984 in California come conferenza che intendeva riunire persone provenienti da ambienti diversi come Tecnologia, Entertainment e Design, (dalle iniziali il nome), con il tempo ha esteso la sua portata e oggi conta due seguitissime conferenze annuali: il TED Conference (a Long Beach, California) e il TED Global (a Edinburgo, Gran Bretagna). Alla Conferenza annuale di TED vengono invitati esponenti di spicco del “pensare” e del “fare” (in passato Bill Gates, Al Gore, Richard Branson, Philippe Starck) che illustrano le loro idee con interventi che durano al massimo 18 minuti e pubblicati sul sito www.ted.com.

Il metodo TED per creare le slide

Nello spirito di “idee che meritano di essere diffuse” TED ha lanciato un programma chiamato TEDx: eventi locali, organizzati in modo indipendente, in diverse città del mondo. Per questi eventi ha indicato agli organizzatori alcune linee guida per le presentazioni:

Meno è meglio: un’unica un’immagine grafica con un testo succinto racconta meglio la storia. Invece di una diapositiva complessa, meglio diverse diapositive, ciascuna con una sola idea.

Schermata di presentazione: se non si ha la certezza del tipo di schermo, preparare diapositive che lavoreranno in una delle seguenti dimensioni: widescreen HD (16:9) ad alta e bassa risoluzione; squarescreen (4:3) ad alta e bassa risoluzione.

Quantità di testo: raramente sono necessarie più di sei righe di testo su una diapositiva. Il font Sans-Serif (come Helvetica) è più facile da leggere a distanza del font Serif (come il Times New Roman).

Dimensione del testo: Il testo deve essere abbastanza grande per essere leggibile dalla persona seduta più lontano dal palcoscenico.

Sfondo: un semplice sfondo mantiene il testo leggibile. Se si utilizza uno sfondo scuro o nero, rendere il testo in grassetto.

Grafici, grafica e foto: Usare le immagini visivamente, i dati e le grandi parole servono come dispositivo mnemonico in modo che il pubblico abbia un maggior richiamo visivo.

I video tradotti

Sul sito TED Open Translation Project sono disponibili numerosi video con sottotitoli in italiano in cui è possibile ascoltare gratuitamente premi Nobel o manager di successo che con capacità e ironia cattureranno la tua attenzione. Il tutto è fruibile anche su smartphone e tablet grazie ad un’app gratuita scaricabile da iTunes e Google Play.

Imparare a parlare in pubblico: i Corsi Parlarealmicrofono®

Se ti appassionano i temi del public speaking e ti trovi spesso per lavoro o per ragioni di studio a dover parlare in pubblico, guarda i video YouTube con Patrick Facciolo, docente nei corsi di dizione e comunicazione in pubblico di Parlarealmicrofono.it.

© Parlarealmicrofono.it – Tutti i diritti riservati, vietata la riproduzione anche parziale

Questa voce è stata pubblicata in Ultimi aggiornamenti e contrassegnata con , , , , , , .

I commenti sono chiusi.