Il mio blog



Il fenomeno dell’analfabetismo funzionale in Italia

Il fenomeno dell’analfabetismo funzionale in Italia

img910Ai tanti primati negativi che l’Italia ha collezionato negli ultimi tempi, si aggiunge quello dell’analfabetismo funzionale: ne sarebbero vittime 3 italiani su 10, il dato più alto in Europa. A dirlo è l’OCSE, Organizzazione per la Cooperazione lo Sviluppo Economico. Ma di cosa si tratta? La rivista Wired ne parla in un articolo scritto da Vanessa Niri, coordinatrice pedagogica: gli italiani sanno leggere, scrivere, aggiornano il loro status su Facebook, ma 3 su 10, scrive l’OCSE, non sono in grado “di comprendere, valutare, usare e farsi coinvolgere con testi scritti per intervenire attivamente nella società, per raggiungere i propri obiettivi e per sviluppare le proprie conoscenze e potenzialità”. È la definizione di analfabeta funzionale.

Quali sono i rischi?

Una condizione, sottolinea l’articolo di Wired, più rischiosa rispetto a quella in cui si trovarono i milioni di analfabeti dell’immediato dopoguerra. Quelle persone chiedevano aiuto a qualcuno per leggere o scrivere. L’analfabeta funzionale invece è apparentemente autonomo e non è consapevole del problema. In realtà, scrive sempre l’OCSEnon capisce i termini di una polizza assicurativa, non comprende il senso di un articolo pubblicato su un quotidiano, non è capace di riassumere e di appassionarsi ad un testo scritto, non è in grado di interpretare un grafico”. Un analfabeta funzionale interpreta il mondo basandosi esclusivamente sulle sue esperienze dirette.

Dove intervenire?

Vanessa Niri punta il dito su scuola e politica e si chiede: “Come fermare il crollo verticale della cultura degli italiani se a chi ci deve rappresentare e a chi ci deve insegnare non si impone di essere più preparato e non meno preparato, del proprio popolo, dei propri impiegati, o della propria classe?”. Ne deriva un’amara conclusione: “Non esiste cura, se i primi a rifiutare la complessità e l’approfondimento sono i nostri insegnanti, i nostri manager, i nostri politici”.

© Parlarealmicrofono.it – Tutti i diritti riservati, vietata la riproduzione anche parziale.

The following two tabs change content below.

Dott. Patrick Facciolo

Mi occupo di Public Speaking perché per me è importante che le persone si sentano ascoltate. Faccio divulgazione sui temi della comunicazione attraverso il mio sito, e realizzo corsi per aziende e professionisti in tutta Italia e su Zoom. Per più di 15 anni ho fatto il conduttore alla radio, ed è proprio lavorando nel mondo della radio e dei media che ho perfezionato il mio modo di comunicare, che oggi cerco di trasmettere agli altri. Diplomato al liceo classico, sono laureato in Scienze e tecniche psicologiche, in Filosofia e in Scienze politiche. Sono iscritto all'Ordine degli Psicologi della Lombardia con la qualifica di Dottore in tecniche psicologiche. Sono anche un giornalista, iscritto all'Albo dei Giornalisti della Lombardia. Ho pubblicato sette libri, i più importanti dei quali sono "Crea immagini con le parole" (2013) e "Parlare in pubblico con la mindfulness" (2019), disponibili su Amazon.



.

.

Tag: , , , , ,


Libri Parlare in pubblico

Se sei interessato ai temi del Public Speaking e della comunicazione sui media, ho da poco pubblicato la raccolta di tutti i miei libri. Si intitola "Enciclopedia del Public Speaking", ed è disponibile su Amazon.

Quali parole scegliere quando dobbiamo parlare in pubblico? Come favorire l'attenzione di chi ci ascolta? Come esprimere i nostri contenuti in maniera efficace? Come relazionarci meglio con lo stress che proviamo sul palco? Sono solo alcune domande a cui cerco di rispondere in maniera esaustiva in oltre 450 pagine.

"Enciclopedia del Public Speaking" è la raccolta dei miei primi cinque libri: "Crea immagini con le parole" (2013), "Il pubblico non è una mucca da contenuti" (2014), "Appunti di dizione" (2016), "Parlare al microfono" (2017) e "Parlare in pubblico con la mindfulness" (2019).

Enciclopedia del Public Speaking è disponibile su Amazon.





Don`t copy text!