Il mio blog



Papa Benedetto XVI usa Twitter. Ma chi lo aiuta?

Papa Benedetto XVI usa Twitter. Ma chi lo aiuta?

Cari amici di Parlarealmicrofono.it,

da alcuni giorni anche Papa Benedetto XVI ha aperto ufficialmente un account Twitter con il nickname @pontifex, e ha pubblicato la sua prima frase: “E’ con gioia che mi unisco a voi”. Da subito i followers sono stati tantissimi, e il Pontefice ha ricevuto domande e commenti in tutte le lingue del mondo.

Chi c’è dietro al profilo del Papa?

Il profilo del Pontefice è guidato da Claire Diaz-Ortiz. Claire ha 30 anni, ha studiato a Stanford e a Oxford ed è responsabile dei progetti di innovazione e filantropia della Twitter Inc, dove lavora dal 2009. Ovviamente cinguetta pure lei, e lo fa con l’account @Claire.  Ha iniziato la sua attività nel no-profit mentre lavorava come consulente antropologa con organizzazioni di volontari per incoraggiare le azioni di aiuto sul campo. Lei stessa ha svolto volontariato in un orfanotrofio cristiano in Kenya.

_______________________________________________________________________________________________

________________________________________________________________________________________________

E’ una donna “tecnologica”, autrice e blogger di successo. Nel suo secondo libro, uscito nell’agosto del 2011, “Twitter for Good: Change the World One Tweet at a Time”, ha condiviso le stesse strategie che ha proposto alle organizzazioni nel lancio di campagne no-profit. Attraverso esempi tratti da iniziative in tutto il mondo, il libro ha offerto linee guida pratiche sfruttando l’attivismo individuale, utilizzando Twitter come forza di cambiamento sociale. Claire Diaz-Ortis è anche co-fondatrice dal 2006 di Hope Runs (www.hoperuns.org), un’organizzazione no-profit che opera nel sud Africa per aiutare bambini poveri e orfani in seguito all’AIDS. Hope Runs vive grazie alle attività di volontari che sostengono l’associazione con donazioni in denaro e di tempo sul campo. Claire ha fondato, inoltre, Saving Money Media un network di siti web che aiuta a vivere meglio con meno. Claire è anche una blogger (www.clairediazortiz.com), e nel suo blog parla dei suoi progetti, dei libri che scrive e che legge, e delle sue attività.

________________________________________________________________________________________________

________________________________________________________________________________________________

Curiosità

Claire ha vissuto in quattro continenti e ha viaggiato in più di cinquanta stati. Ha scritto per testate come The Washington Post e Business Week. Ha un’innaturale passione per le case piccole e adora bere il roiboos, una bevanda alternativa al the, senza caffeina e ricca di proprietà benefiche.

________________________________________________________________________________________________

________________________________________________________________________________________________

© Parlarealmicrofono.it – Tutti i diritti riservati, vietata la riproduzione anche parziale.



.

.

Tag: , , ,


Libri Parlare in pubblico

Se sei interessato ai temi del Public Speaking e della comunicazione sui media, ho da poco pubblicato la raccolta di tutti i miei libri. Si intitola "Enciclopedia del Public Speaking", ed è disponibile su Amazon.

Quali parole scegliere quando dobbiamo parlare in pubblico? Come favorire l'attenzione di chi ci ascolta? Come esprimere i nostri contenuti in maniera efficace? Come relazionarci meglio con lo stress che proviamo sul palco? Sono solo alcune domande a cui cerco di rispondere in maniera esaustiva in oltre 450 pagine.

"Enciclopedia del Public Speaking" è la raccolta dei miei primi cinque libri: "Crea immagini con le parole" (2013), "Il pubblico non è una mucca da contenuti" (2014), "Appunti di dizione" (2016), "Parlare al microfono" (2017) e "Parlare in pubblico con la mindfulness" (2019).

Enciclopedia del Public Speaking è disponibile su Amazon.





Don`t copy text!