Il mio blog: le tecniche per parlare in pubblico

L’intervento catastrofico di Fassino sullo stipendio dei parlamentari

Tre ragioni per cui l’intervento di Piero Fassino sullo stipendio dei parlamentari è uno dei peggiori esempi di comunicazione di sempre.

Prima ragione: questo intervento manca completamente di decentramento cognitivo. Siamo nel momento in cui 169.000 famiglie perdono il reddito di cittadinanza. E Fassino descrive 4.718,00 euro netti al mese come se non rappresentassero uno stipendio d’oro. In questo senso, non riesce a mettersi nei panni di chi ascolta.

Seconda ragione: è un intervento che risente del cosiddetto False consensus effect. Si tratta di un bìas cognitivo secondo il quale pensiamo che le nostre argomentazioni siano generalmente condivise o condivisibili dalla comunità delle persone che ci ascoltano. Questo vale probabilmente per le persone che stavano ascoltando Fassino in aula. Peccato che ci fosse una diretta, e che quindi tutti in quel momento potessero ascoltarlo.

Ed è proprio da questo secondo errore che discende la terza ragione. Piero Fassino non rompe la quarta parete. Bertolt Brecht sosteneva come le pareti del teatro dovessero essere tre e non quattro, poiché l’attore doveva e poteva parlare con il pubblico.

Bene, Fassino in questo caso parla come se parlasse tra le quattro pareti del palazzo. Senza considerare che al posto della quarta parete c’è la telecamera, c’è lo streaming, c’è la diretta. E tutto questo ha causato una ricaduta comunicativa catastrofica.

 

© Patrick Facciolo – Riservato ogni diritto e utilizzo. Vietata la riproduzione anche parziale.



Corso online di Public Speaking con Patrick Facciolo


6 LEZIONI A DISTANZA DAL VIVO · LIBRO IN OMAGGIO · ATTESTATO DI PARTECIPAZIONE

Clicca qui per saperne di più



 

The following two tabs change content below.

Dott. Patrick Facciolo

Mi occupo di Public Speaking perché per me è importante che le persone si sentano ascoltate. Realizzo corsi individuali, aziendali e di gruppo, in presenza in tutta Italia e online attraverso Zoom. Diplomato al liceo classico, laureato in Scienze e tecniche psicologiche, in Filosofia e in Scienze politiche, master universitario di primo livello in Counseling relazionale nei contesti scolastici, educativi e socio-sanitari, sono iscritto all’Ordine degli Psicologi della Lombardia in qualità di Dottore in tecniche psicologiche per i contesti sociali, organizzativi e del lavoro. Da oltre quindici anni sono iscritto all’Ordine dei Giornalisti. Non amo la definizione di esperto di comunicazione e di esperto di Public Speaking, perché è una conquista da dimostrare sul campo, con le proprie competenze e i propri titoli. Apprezzo che mi venga detto, non lo sentirete dire da me. In questi anni ho pubblicato 9 libri, i più importanti dei quali sono “Crea immagini con le parole” (2013), “Parlare in pubblico con la mindfulness” (2019), e "Contro le metafore" (2022), disponibili su Amazon.
Tag: , , , , , , , ,


Libri Parlare in pubblico

Se sei interessato ai temi del Public Speaking e della comunicazione sui media, ho da poco pubblicato la raccolta di tutti i miei libri. Si intitola "Enciclopedia del Public Speaking", ed è disponibile su Amazon.

Quali parole scegliere quando dobbiamo parlare in pubblico? Come favorire l'attenzione di chi ci ascolta? Come esprimere i nostri contenuti in maniera efficace? Come relazionarci meglio con lo stress che proviamo sul palco? Sono solo alcune domande a cui cerco di rispondere in maniera esaustiva in oltre 450 pagine.

"Enciclopedia del Public Speaking" è la raccolta dei miei primi cinque libri: "Crea immagini con le parole" (2013), "Il pubblico non è una mucca da contenuti" (2014), "Appunti di dizione" (2016), "Parlare al microfono" (2017) e "Parlare in pubblico con la mindfulness" (2019).

Enciclopedia del Public Speaking è disponibile su Amazon.





Copyright © Patrick Facciolo. Riservato ogni diritto e utilizzo. Monitoriamo costantemente la rete: il nostro team di legali interviene ogniqualvolta venga a conoscenza di copie e utilizzi non autorizzati dei contenuti.