-

Come creare una Privacy Policy per il proprio sito internet

Cari amici di Parlarealmicrofono.it,

da tempo anche per Internet è arrivato il momento di privacy policy (ovvero l’abituale informativa sulla privacy che troviamo su tantissimi documenti e siti web). Se ne sente parlare sempre di più, non solo per i siti web ma anche per il mondo di Facebook. In sintesi possiamo definirla come un documento che informa gli utenti relativamente al trattamento dei loro dati personali. E’ obbligatoria  quando il sito web raccoglie, per motivi diversi, dati personali (es. e-mail), quando i dati sono raccolti per fini non esclusivamente personali e quando un terzo soggetto è coinvolto del trattamento e/o utilizzo dei dati. In realtà in Italia molti siti la impostano facendo un copia–incolla da altri siti. Del resto, fino a qualche tempo fa, l’alternativa al copia-incolla era quella di incaricare un avvocato oppure “inventarsi legali” e redigerla in modo autonomo senza conoscere la materia.

________________________________________________________________________________________________

________________________________________________________________________________________________

Il progetto iubenda.it

In soccorso a quanti non fossero in grado di svilupparla in autonomia, è nato www.iubenda.it, un generatore di privacy policy. Attraverso questo sito le policy vengono generate in modo automatico, un team legale le mantiene aggiornate revisionandole continuamente, garantendo quindi correttezza e precisione in ogni momento. Il punto di forza di Iubenda è certamente la semplicità, bastano infatti 5 minuti e nessuna competenza specifica, né tecnica, né legale. Con 3 passaggi la policy viene generata in modo automatico, resta su un server cloud e viene integrata con il singolo sito web grazie ad un codice di inserimento. In pratica con il primo passaggio si procede alla definizione dei “servizi che raccolgono i dati personali” utilizzati dal sito per cui si richiede la policy; poi avviene l’inserimento dei dati riguardanti il “Titolare del sito web”; ed infine “Integrazione della privacy policy” attraverso l’inserimento del codice html generato da Iubenda all’interno del codice sorgente. Immediata anche la traduzione in varie lingue, nonché la possibilità di generare privacy policy anche per applicazioni Facebook. La policy generata è composta da due pagine: la prima ottimizzata per lettura e semplicità, la seconda utilizza invece un linguaggio legale, formale.

_______________________________________________________________________________________


______________________________________________________________________

Ma quanto costa?

La versione Free comprende, oltre ovviamente alle lingua multiple e agli aggiornamenti remoti, 4 servizi per la policy, nessuna aggiunta personalizzata alla policy e il logo iubenda sia sull’icona che sulla policy. La versione Pro costa 19 euro all’anno per ogni policy e lingua aggiuntiva e consente di avere infiniti servizi per policy e infinite aggiunte personalizzate alla policy. Inoltre vi  è la possibilità di inserire la policy white label e il link alla policy in testo semplice. In ogni caso si può di accedere in ogni momento al forum di supporto per le domande e le risposte più frequenti. Il fondatore Andrea Giannangelo risponde molto spesso personalmente! Un servizio e-mail è attivo per inviare richieste e domande specifiche.

Curiosità

Iubenda è una parola latina. E’ la perifrastica passiva del verbo iubeo (comandare), e significa “ciò che deve essere comandato”. In altri termini è una perifrasi per “legge”. Andrea Giannantonio ha cominciato a pensare nel 2009: “scrivere la Privacy Policy per un sito web è fastidioso e frustrante, perché non risolvere questo problema una volta per tutte?”. Andrea ha 22 anni, una volontà da vendere, una capacità da invidiare e tantissima energia.

_________________________________________________________________________________

_________________________________________________________________________________

© 2012 Parlarealmicrofono.it – Tutti i diritti riservati, vietata la riproduzione anche parziale.



Questa voce è stata pubblicata in Comunicazione e contrassegnata con , , , , , , , , .

I commenti sono chiusi.

Libri Parlare in pubblico

Se sei interessato ai temi del Public Speaking e della comunicazione sui media, ho da poco pubblicato la raccolta di tutti i miei libri. Si intitola "Enciclopedia del Public Speaking", ed è disponibile su Amazon.

Quali parole scegliere quando dobbiamo parlare in pubblico? Come favorire l'attenzione di chi ci ascolta? Come esprimere i nostri contenuti in maniera efficace? Come relazionarci meglio con lo stress che proviamo sul palco? Sono solo alcune domande a cui cerco di rispondere in maniera esaustiva in oltre 450 pagine.

"Enciclopedia del Public Speaking" è la raccolta dei miei primi cinque libri: "Crea immagini con le parole" (2013), "Il pubblico non è una mucca da contenuti" (2014), "Appunti di dizione" (2016), "Parlare al microfono" (2017) e "Parlare in pubblico con la mindfulness" (2019).

Enciclopedia del Public Speaking è disponibile su Amazon.