Il mio blog



Che cos’è Voice-Care, il dispositivo salva-voce

Che cos’è Voice-Care, il dispositivo salva-voce

img970Per cantanti, attori, insegnanti e speaker è la paura più grande: rimanere senza voce, il principale “strumento” di lavoro. I problemi alla voce sono molto più comuni di quanto si pensi e spesso ci si rivolge a specialisti troppo tardi. Ora è possibile prevenire rischi e malattie con Voice-Care, un piccolo dispositivo che monitora le corde vocali.

Come funziona?

Messo a punto dal Politecnico di Torino grazie alla collaborazione tra il prof. Alessio Carullo e la prof.ssa Arianna Astolfi, Voice-Care è composto da un microfono a contatto collegato a un piccolo elaboratore dati a batteria. Il microfono viene fissato alla gola con un cerotto in corrispondenza della fossetta del giugulo e registra le sollecitazioni a cui sono sottoposte le corde vocali con intervalli di tempo variabili da alcune decine di secondi fino ad una intera giornata. Le informazioni memorizzate consentono di conoscere lo sforzo vocale, attraverso il livello di pressione sonora emessa, la frequenza con cui oscillano le corde vocali e in che percentuale vengono usate durante il monitoraggio.

Uno strumento di prevenzione

Con queste indicazioni è possibile individuare comportamenti scorretti sull’uso della voce (valutare ad esempio se gli ambienti di lavoro sono adeguati) e prevenire l’insorgere di malattie. Una prima sperimentazione è stata condotta in collaborazione con l’Inail su un campione di 20 insegnanti di scuola primaria, tra le figure professionali più a rischio insieme agli artisti (cantanti e attori). Per la facilità di utilizzo (si indossa facilmente e non ostacola l’attività) e per il basso costo (qualche centinaio di euro) una volta sul mercato, Voice-Care è destinato a diventare uno strumento di prevenzione indispensabile per i professionisti della voce.

© Parlarealmicrofono.it – Tutti i diritti riservati, vietata la riproduzione anche parziale.

The following two tabs change content below.

Dott. Patrick Facciolo

Mi occupo di Public Speaking perché per me è importante che le persone si sentano ascoltate. Faccio divulgazione sui temi della comunicazione attraverso il mio sito, e realizzo corsi per aziende e professionisti in tutta Italia e su Zoom. Per più di 15 anni ho fatto il conduttore alla radio, ed è proprio lavorando nel mondo della radio e dei media che ho perfezionato il mio modo di comunicare, che oggi cerco di trasmettere agli altri. Diplomato al liceo classico, sono laureato in Scienze e tecniche psicologiche, in Filosofia e in Scienze politiche. Sono iscritto all'Ordine degli Psicologi della Lombardia con la qualifica di Dottore in tecniche psicologiche. Sono anche un giornalista, iscritto all'Albo dei Giornalisti della Lombardia. Ho pubblicato sette libri, i più importanti dei quali sono "Crea immagini con le parole" (2013) e "Parlare in pubblico con la mindfulness" (2019), disponibili su Amazon.



.

.

Tag: , , , , , ,


Libri Parlare in pubblico

Se sei interessato ai temi del Public Speaking e della comunicazione sui media, ho da poco pubblicato la raccolta di tutti i miei libri. Si intitola "Enciclopedia del Public Speaking", ed è disponibile su Amazon.

Quali parole scegliere quando dobbiamo parlare in pubblico? Come favorire l'attenzione di chi ci ascolta? Come esprimere i nostri contenuti in maniera efficace? Come relazionarci meglio con lo stress che proviamo sul palco? Sono solo alcune domande a cui cerco di rispondere in maniera esaustiva in oltre 450 pagine.

"Enciclopedia del Public Speaking" è la raccolta dei miei primi cinque libri: "Crea immagini con le parole" (2013), "Il pubblico non è una mucca da contenuti" (2014), "Appunti di dizione" (2016), "Parlare al microfono" (2017) e "Parlare in pubblico con la mindfulness" (2019).

Enciclopedia del Public Speaking è disponibile su Amazon.





Don`t copy text!