Il mio blog: le tecniche per parlare in pubblico

Il discorso di Elly Schlein sul salario minimo e l’anafora negativa

La segretaria del Partito Democratico Elly Schlein nel suo ultimo discorso in Parlamento sul salario minimo usa la figura retorica dell’anafora, ma la rende inefficace. Vediamo perché.

 

 

Con la formula ripetuta “Non nel nostro nome”, Elly Schlein utilizza una figura retorica particolare, chiamata anafora. Consiste nella ripetizione delle stesse parole all’inizio di ciascuna frase. Il caso più famoso, nella storia di questa figura retorica, è probabilmente quello di Martin Luther King, che nel suo famoso discorso del 1963 continuava a ripetere all’inizio di ogni frase: “I have a dream“, ho un sogno.

 

L’uso dell’anafora con negazione

Tuttavia, tra quest’ultima modalità di uso dell’anafora e quella di Elly Schlein c’è una sostanziale differenza. Nel caso di Schlein l’anafora è introdotta da una negazione: “Non in nostro nome state tradendo”. Sentite quanto è pesante da decodificare questa formula.

Come ascoltatore, devo capire che “non è nel loro nome che qualcun altro sta tradendo”. In questo caso, l’anafora, anziché diventare uno strumento di semplificazione che può creare anche un climax di crescente enfasi e attivazione emotiva, è come se “sgonfiasse” questo effetto.

È come se ci mettesse nelle condizioni di dover tradurre il messaggio. “Non il nostro nome state tradendo”: e io, come ascoltatore, devo decodificare il significato effettivo di quelle parole. In sintesi, un’occasione che Schlein ha cercato di utilizzare, ma che è riuscita soltanto a metà.

 

© Patrick Facciolo – Riservato ogni diritto e utilizzo. Vietata la riproduzione anche parziale.



Corso online di Public Speaking con Patrick Facciolo


6 LEZIONI A DISTANZA DAL VIVO · LIBRO IN OMAGGIO · ATTESTATO DI PARTECIPAZIONE

Clicca qui per saperne di più



The following two tabs change content below.

Dott. Patrick Facciolo

Mi occupo di Public Speaking perché per me è importante che le persone si sentano ascoltate. Realizzo corsi individuali, aziendali e di gruppo, in presenza in tutta Italia e online attraverso Zoom. Diplomato al liceo classico, laureato in Scienze e tecniche psicologiche, in Filosofia e in Scienze politiche, master universitario di primo livello in Counseling relazionale nei contesti scolastici, educativi e socio-sanitari, sono iscritto all’Ordine degli Psicologi della Lombardia in qualità di Dottore in tecniche psicologiche per i contesti sociali, organizzativi e del lavoro. Da oltre quindici anni sono iscritto all’Ordine dei Giornalisti. Non amo la definizione di esperto di comunicazione e di esperto di Public Speaking, perché è una conquista da dimostrare sul campo, con le proprie competenze e i propri titoli. Apprezzo che mi venga detto, non lo sentirete dire da me. In questi anni ho pubblicato 9 libri, i più importanti dei quali sono “Crea immagini con le parole” (2013), “Parlare in pubblico con la mindfulness” (2019), e "Contro le metafore" (2022), disponibili su Amazon.
Tag: , , , , , , , , ,


Libri Parlare in pubblico

Se sei interessato ai temi del Public Speaking e della comunicazione sui media, ho da poco pubblicato la raccolta di tutti i miei libri. Si intitola "Enciclopedia del Public Speaking", ed è disponibile su Amazon.

Quali parole scegliere quando dobbiamo parlare in pubblico? Come favorire l'attenzione di chi ci ascolta? Come esprimere i nostri contenuti in maniera efficace? Come relazionarci meglio con lo stress che proviamo sul palco? Sono solo alcune domande a cui cerco di rispondere in maniera esaustiva in oltre 450 pagine.

"Enciclopedia del Public Speaking" è la raccolta dei miei primi cinque libri: "Crea immagini con le parole" (2013), "Il pubblico non è una mucca da contenuti" (2014), "Appunti di dizione" (2016), "Parlare al microfono" (2017) e "Parlare in pubblico con la mindfulness" (2019).

Enciclopedia del Public Speaking è disponibile su Amazon.





Copyright © Patrick Facciolo. Riservato ogni diritto e utilizzo. Monitoriamo costantemente la rete: il nostro team di legali interviene ogniqualvolta venga a conoscenza di copie e utilizzi non autorizzati dei contenuti.