-

A cosa serve il “gobbo”? Ecco le app per trasformare l’iPad in un efficace suggeritore personale

Come usare un iPad per le proprie presentazioniA tutti noi è capitato, guardando la televisione, di rimanere stupiti di fronte alla precisione di alcuni conduttori in grado di comunicare notizie, di raccontare monologhi, o di sciorinare dati senza mai distogliere lo sguardo dalla telecamera. Se queste capacità sono certo patrimonio comune dei personaggi televisivi, soprattutto di quelli con una certa esperienza, non bisogna però dimenticare che molto spesso si possono giovare di un aiuto decisivo: quello fornito dal cosiddetto “gobbo”.

Che cos’è il “gobbo”?

Il “gobbo” – in termine tecnico teleprompter – è un sistema grazie al quale possiamo vedere scorrere il testo che stiamo leggendo direttamente sulla telecamera che riprende la scena. Tutto questo è reso possibile da uno specchio antiriflesso montato sulla telecamera stessa e sul quale viene proiettato il testo, facendolo scorrere alla velocità desiderata.

In questo modo, chi parla può evitare di distogliere lo sguardo dalla camera, cosa che sarebbe invece costretto a fare se dovesse di tanto in tanto consultare degli appunti. Oltre che in televisione, il gobbo può essere un valido aiuto anche in altre circostanze, come ad esempio durante una conferenza o una qualsiasi occasione nella quale ci troviamo a parlare in pubblico. E poiché in questi casi molto spesso ci si avvale di un iPad, ecco alcune app capaci di trasformare il nostro tablet in un gobbo vero e proprio.

Teleprompt+

La prima app di cui ci occupiamo è Teleprompt+, senza dubbio la scelta migliore per chi necessita di utilizzare in maniera professionale l’iPad come gobbo. L’app permette non solo di creare gli script tramite l’editor, ma supporta l’importazione diretta del testo dai documenti di Google Docs o dai file contenuti nella nostra cartella di Dropbox. Il timer integrato ci permette di tenere sempre sotto controllo, durante la riproduzione del testo, il tempo trascorso e quello rimanente.

L’ultima versione di Teleprompt+ mette poi a disposizione ben 100 diverse velocità di scorrimento tra cui scegliere, che possono essere agevolmente regolate anche durante la riproduzione. L’applicazione supporta l’inversione a specchio del testo, utilissima qualora si utilizzi l’iPad con un impianto teleprompter, e la possibilità, tramite un connettore VGA, di collegare il tablet a un proiettore e di utilizzarlo quindi come un telecomando via cavo.

Grazie al microfono interno ad iPad possiamo registrare il discorso e riascoltarlo, mentre la possibilità di gestire la riproduzione a distanza è assicurata installando l’app su un iPhone: il nostro telefono diventerà un telecomando a tutti gli effetti, sullo schermo del quale vedremo inoltre sincronizzato il testo riprodotto sul tablet. Telepromt+ rappresenta quindi una soluzione professionale di alto livello, disponibile su App Store al prezzo di 11,99 €.

• Su YouTube disponibile una recensione

Prompster Pro

Prompster Pro rappresenta un’altra valida scelta nell’ambito delle applicazioni teleprompter per iPad. L’interfaccia è di facile utilizzo, e i controlli su schermo permettono di scegliere la velocità di riproduzione fra 10 diverse opzioni, così come di regolare le dimensioni e il colore del testo –18 sono i font disponibili – e dello sfondo.

Come Telprompt+, anche Prompster supporta la registrazione vocale, e ci permette quindi di registrare le nostre performance per affinare la preparazione del discorso. Gli script possono essere composti direttamente tramite l’editor o ancora importati da file .txt tramite il sistema di condivisione file di iTunes.

Non è invece possibile importare direttamente file di Google Docs o archiviati su Dropbox. Benché meno performante rispetto a Teleprompt+, Prompster Pro rappresenta comunque una valida opzione, disponibile su App Store al prezzo di 7,99 €.

On Air Pro

Per concludere questa rassegna, segnaliamo un’app che si distingue per il rapporto qualità/prezzo. On Air Pro è un software che, a soli 1,59€, ci permette di avere sul nostro iPad un teleprompter con tutte le funzioni di base. Una volta istallata, On Air Pro ci permette di aggiungere e modificare a nostro piacimento un numero illimitato di script, dei quali possiamo modificare il nome, il colore dello sfondo, il font e le sue dimensioni, oltre che impostare un timer qualora decidessimo di avviare la riproduzione con un certo ritardo.

On Air Pro supporta anche la modalità specchio e, tramite la tecnologia Bluethoot, ci permette di utilizzare il nostro iPhone come telecomando, controllando così a distanza la riproduzione dello script su iPad.

© Parlarealmicrofono.it – Tutti i diritti riservati, vietata la riproduzione anche parziale.



Questa voce è stata pubblicata in Recensioni, Ultimi aggiornamenti e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , , , .

I commenti sono chiusi.

Libri Parlare in pubblico

Se sei interessato ai temi del Public Speaking e della comunicazione sui media, ho da poco pubblicato la raccolta di tutti i miei libri. Si intitola "Enciclopedia del Public Speaking", ed è disponibile su Amazon.

Quali parole scegliere quando dobbiamo parlare in pubblico? Come favorire l'attenzione di chi ci ascolta? Come esprimere i nostri contenuti in maniera efficace? Come relazionarci meglio con lo stress che proviamo sul palco? Sono solo alcune domande a cui cerco di rispondere in maniera esaustiva in oltre 450 pagine.

"Enciclopedia del Public Speaking" è la raccolta dei miei primi cinque libri: "Crea immagini con le parole" (2013), "Il pubblico non è una mucca da contenuti" (2014), "Appunti di dizione" (2016), "Parlare al microfono" (2017) e "Parlare in pubblico con la mindfulness" (2019).

Enciclopedia del Public Speaking è disponibile su Amazon.