Il mio blog



Come scrivere un curriculum efficace: gli aggettivi da evitare

Come scrivere un curriculum efficace: gli aggettivi da evitare

img989Per il quarto anno consecutivo LinkedIn, la più grande rete professionale in internet, stila la classifica delle 10 parole più utilizzate nei curriculum vitae inseriti tra alcuni degli oltre 259 milioni di profili iscritti al social network. Un modo per scoprire quali aggettivi non utilizzare nel tuo curriculum.

La classifica

Nella classifica si fa riferimento ai profili in inglese degli utenti di 14 paesi che usano LinkedIn (Australia, Brasile, Canada, Regno Unito, Hong Kong, India, Giappone, Olanda, Nuova Zelanda, Singapore, Arabia Saudita, Svezia, Emirati Arabi e Stati Uniti) e il primo posto dei 10 aggettivi più utilizzati (con il doppio degli altri) è occupato da responsabile (primo anche in Italia), seguito da strategico (in Italia è all’ottavo) e creativo (in Italia è al settimo posto). La classifica prosegue con efficiente (in Italia non compare nella top 10) e paziente. Esperto è sesto (in Italia è terzo), organizational, cioè con capacità organizzative è settimo (in Italia è secondo), intraprendente è ottavo, nono innovativo e decimo analitico. In Italia compaiono collaborativo, professionale, specializzato e problem solving, tutti termini non presenti nei più utilizzati a livello mondiale.

 I consigli

Nicole Williams, esperta in carriere di LinkedIn, spiega che “costruire il proprio brand professionale è un passo importante per avere successo nel mondo del lavoro, ma se non ci si differenzia portando esempi concreti di quanto fatto, si rischia di non emergere”. Meglio dunque inserire risultati concreti che dimostrino le vostre capacità, anziché descriverle. Un’altra tecnica, raccomandano gli esperti di LinkedIn, è quella di valutare gli aggettivi contrari: se non si usano parole come “inefficiente” o “disorganizzato”, allo stesso modo evitate anche le forme positive corrispondenti, perché rischiano di risultare vuote e banali.

© Parlarealmicrofono.it – Tutti i diritti riservati, vietata la riproduzione anche parziale

The following two tabs change content below.

Dott. Patrick Facciolo

Mi occupo di Public Speaking perché per me è importante che le persone si sentano ascoltate. Faccio divulgazione sui temi della comunicazione attraverso il mio sito, e realizzo corsi per aziende e professionisti in tutta Italia e su Zoom. Per più di 15 anni ho fatto il conduttore alla radio, ed è proprio lavorando nel mondo della radio e dei media che ho perfezionato il mio modo di comunicare, che oggi cerco di trasmettere agli altri. Diplomato al liceo classico, sono laureato in Scienze e tecniche psicologiche, in Filosofia e in Scienze politiche. Sono iscritto all'Ordine degli Psicologi della Lombardia con la qualifica di Dottore in tecniche psicologiche. Sono anche un giornalista, iscritto all'Albo dei Giornalisti della Lombardia. Ho pubblicato sette libri, i più importanti dei quali sono "Crea immagini con le parole" (2013) e "Parlare in pubblico con la mindfulness" (2019), disponibili su Amazon.



.

.

Tag: , , ,


Libri Parlare in pubblico

Se sei interessato ai temi del Public Speaking e della comunicazione sui media, ho da poco pubblicato la raccolta di tutti i miei libri. Si intitola "Enciclopedia del Public Speaking", ed è disponibile su Amazon.

Quali parole scegliere quando dobbiamo parlare in pubblico? Come favorire l'attenzione di chi ci ascolta? Come esprimere i nostri contenuti in maniera efficace? Come relazionarci meglio con lo stress che proviamo sul palco? Sono solo alcune domande a cui cerco di rispondere in maniera esaustiva in oltre 450 pagine.

"Enciclopedia del Public Speaking" è la raccolta dei miei primi cinque libri: "Crea immagini con le parole" (2013), "Il pubblico non è una mucca da contenuti" (2014), "Appunti di dizione" (2016), "Parlare al microfono" (2017) e "Parlare in pubblico con la mindfulness" (2019).

Enciclopedia del Public Speaking è disponibile su Amazon.





Don`t copy text!