Archivi tag: Linguistica

“Scendi il cane”: perché do ragione all’Accademia della Crusca

In questi giorni si discute molto della parziale apertura da parte dell’Accademia della Crusca sull’utilizzo di formule come “siedi il bambino” o “esci il cane”, cioè dell’uso transitivo di verbi che fino a poco tempo fa non erano considerati tali.

Personalmente, penso che siamo noi gli attori del linguaggio: noi stessi, attraverso il nostro uso, modifichiamo giorno dopo giorno le abitudini consolidate con cui ci esprimiamo. Questo non significa dimostrare noncuranza o ignorare le regole della grammatica. Significa accettare l’idea che l’italiano, lentamente, cambia, anche sulla base dell’uso.

© Parlarealmicrofono.it – Tutti i diritti riservati, vietata la riproduzione.

Pubblicato in Ultimi aggiornamenti | Contrassegnato , , , , , , , , |

L’utilità marginale decrescente delle parole

Prendendo spunto da un paragrafo del mio libro del 2013, “Crea immagini con le parole”, oggi torno a scomodare una legge della microeconomia: la legge dell’utilità marginale decrescente.

Secondo la legge dell’utilità marginale decrescente, l’utilità che possiamo trarre dal possesso di un determinato bene, decresce man mano che ne accumuliamo quantità maggiori.

Si tratta di una regola che può valere anche per le tecniche di Public Speaking che scegliamo di utilizzare? E per le singole parole che usiamo? Questa e altre risposte nel video di oggi.

© Parlarealmicrofono.it – Tutti i diritti riservati, vietata la riproduzione.

P.S.: iscriviti al mio canale YouTube e ricevi periodicamente video come questo per imparare a parlare in pubblico in modo professionale.

Pubblicato in Ultimi aggiornamenti | Contrassegnato , , , , , , , |

Comunicare il coraggio: lo speech di Massimo Arcangeli al TEDxLecce

Massimo Arcangeli in una foto scattata durante il Festival del linguaggio 2013

Massimo Arcangeli in una foto scattata durante il Festival del linguaggio 2013

Il 26 ottobre 2013 al Teatro Politeama Greco di Lecce si è tenuta la seconda edizione del TEDxLecce. Il tema di quest’anno è stato il coraggio, inteso come capacità di vivere secondo ciò che si crede giusto per sé e per la collettività. Tra i relatori è intervenuto anche Massimo Arcangeli, linguista, sociologo della comunicazione, critico letterario e saggista, che ha sottolineato quanto siano importanti le parole. Continua a leggere →

Pubblicato in Ultimi aggiornamenti | Contrassegnato , , , , , |

Il discorso di Matteo Renzi in Senato sotto l’aspetto linguistico

Matteo Renzi, in una foto tratta da Wikipedia (Licenza Creative Commons Attribuzione-Condividi allo stesso modo 3.0 Unported)

Matteo Renzi, in una foto tratta da Wikipedia (Licenza Creative Commons Attribuzione-Condividi allo stesso modo 3.0 Unported)

Qual è stato l’aspetto più significativo del discorso con cui Matteo Renzi ha chiesto al Senato di votare la fiducia al suo Governo? A quanto pare le risposte più gettonate leggendo qua e là i commenti presenti sui giornali e sulla rete sono relative al fatto che il premier abbia parlato a braccio per quasi un’ora e un quarto.

Si tratta di un elemento che esula dai contenuti dello speech tenuto dal neopresidente del Consiglio, e che insistono per lo più sulla modalità del discorso, che rappresenta forse il tratto in questo momento più interessante per i media, in quanto inequivocabilmente di grande rottura rispetto allo stile e ai modi compassati che hanno caratterizzato i suoi predecessori a Palazzo Chigi. Continua a leggere →

Pubblicato in Ultimi aggiornamenti | Contrassegnato , , , , , , |